Viaggio in Irlanda: Kinsale

Stavolta vi parlo di un piccolo paese irlandese nella contea di Cork, che inizialmente non era neanche nel mio itinerario principale. Sapete come ci è finito? Ho trovato una foto mentre scorrevo la home di Instagram e mi sono bloccata esclamando “Cos’è questa meraviglia?”.

_MG_3090

Kinsale è una piccola città che si affaccia sulla foce del fiume Bandon che crea questa “piccola” insenatura prima di riversarsi nel mare celtico. La sua attrattiva, oltre alla cucina di cui parlerò tra poco, è il suo aspetto da cartolina con le case dalle facciate colorate, i pontili affollati da gabbiani e barche da pesca attraccate, vicoli in sali e scendi che si insinuano tra le case basse, le passeggiate lungo fiume ed il panorama marittimo sull’insenatura. E’ un paesino inoltre famoso, come vi dicevo, per la sua cucina, non a caso è la sede del Gourmet Festival e famosissima a livello internazionale come capitale gastronomica dell’Irlanda. I ristoranti servono quello che il mare offre il giorno stesso; quindi se amate i piatti a base di pesce siete nel posto giusto.

_MG_3171

Appena sono scesa dal bus, che mi ha lasciata su uno dei pontili affollati, sono rimasta estasiata dalla bellezza del posto, dall’odore di pesce e mare condito da una giornata di sole accecante che, in Irlanda, è una rarità. Ho lasciato le mie cose in ostello e sono uscita di nuovo ad esplorare il paesino che attira una massa di turisti non indifferente. Nonostante questo affollamento si respira comunque un’atmosfera molto serena e piacevole perchè le persone si distribuiscono lungo l’insenatura per scoprire i piccoli “must see” che custodisce ben distribuiti qui e la.

_MG_3152

DESMONDE CASTLE

Il Desmond Castle è una casatorre del 5oo’ che apparteneva ai conti Desmond e fu trasformato in un carcere negli anni successiviAttualmente ospita il Museo del Vino raccontando la storia del commercio di questo tra i paesi produttori e l’Irlanda. E’ una torre molto piccola ma ben tenuta e risulta completamente diversa dallo stile colorato della città.

_MG_3086

KINSALE REGIONAL MUSEUM

Oltre alle collezioni ed i racconti della storia locale, troviamo una cosa molto importante: la storia dell’affondamento del translatantico Lusitania. Questa nave britannica, nel 1915, fu affondata da un sottomarino tedesco e morirono 1198 persone. Una statua nel porto ricorda l’eccezionale opera di soccorso attuata da Kinsale (che capitanava l’operazione intera) e le maggiori città limitrofe.

Nel più lontano 1601 si ricorda invece che Kinsale fu spettatrice di quello che viene ricordato come “l’assedio di Kinsale” in cui gli inglesi e gli ispanico-irlandesi si diedero battaglia. Questo trambusco portò ad una migrazione da parte degli aristocratici che lasciarono definitivamente l’isola di smeraldo dando luogo a quello che viene ricordato con il nome di “Flight of Earls”.

kinsale

CHARLES FORT

Vi parlo subito di questo forte perchè si ricollega alle battaglie precedenti, infatti fu_MG_3155 costruito verso la fine del 1600 proprio per prevenire ulteriori attacchi, soprattutto da parte di francesi e spagnoli. Questo forte orientale è raggiungibile con una bella passeggiata che fiancheggia la foce del fiume, seguite però un percorso che mi sono ritrovata a fare in completa solitudine perchè ho notato che gli altri prendevano la strada in alto e avendola fatta al ritorno vi posso assicurare che si vede veramente poco. Quella che ho scelto di prendere io nonostante i dubbi è la “Scilly Walk” sulla Low Road; non fateci caso se troverete dei cancelli pedonali privati o se sembrerà una strada interrotta, ho chiesto a chi li ci abita ed è un passsaggio libero che arriva fino a Summercove, villaggio che si trova poco prima del forte. La vista da qui è stupenda, solo un muro e della vegetazione vi separa dalle acque cristalline della foce del fiume e, alla fine del percorso, potrete rifocillarvi al The Bulman, un bel pub in pieno stile irlandese. Qualche salita e discesa più avanti il forte farà la sua comparsa, potete visitarlo a pagamento ( www.heritageireland.com ) e godervi la splendida vista. Ovviamente potete raggiungerlo anche in automobile, anzi…più di una volta ho pensato di fare l’autostop per via delle salite molto ripide ma ho deciso di smaltire le calorie che avrei assunto da lì a poco.

 

JAMES FORT

Dal Charles Fort si vede, in una giornata limpida, il dirimpettaio James Fort, costruito anch’esso per difendere il porto di Kinsale. Ho letto che questi due forti sono collegati da una catena che in caso di attacchi veniva tirata su dall’acqua ed impediva alle navi nemiche di entrate nella foce; non posso darvi per sicura questa affermazione, certo è che qualcosa avevano escogitato per provare a difendersi. Il James Fort si trova sul lato opposto e si raggiunge in molto più tempo. Se volete farvela a piedi dovrete attraversare delle strade ad alto scorrimento e una volta arrivati lì non potrete entrare a visitarlo anche perchè è ormai una rovina. Potete però godere di una vista magnifica e proseguire verso un’altra meraviglia…

_MG_3152
Veduta del James Fort dal Charles

OLD HEAD OF KINSALE

A largo di questo promontorio naufragò il transatlantico Luisitania di cui vi parlavo prima e in punta a questo fazzoletto di terra a picco sull’oceano c’è un faro che purtroppo non è visitabile perchè fa parte di una zona privata. Potete però prendere un sentiero (Old Head of Kinsale Loop) prima del cancello che gira intorno al promontorio costeggiandolo per almeno 6 km. Occhio alle raffiche di vento perchè sono fortissime, state attenti a dove mettete i piedi senza farvi distrarre troppo dallo spettacolo che regalano le onde che si infrangono sulle rocce della scogliera.

——-

Kinsale è facile da girare, avete visto che sono tutte cose che si possono vedere in un giorno, se andate di fretta, o due se avete più tempo da dedicarle. Io ho passeggiato a lungo nelle stradine e chiacchierato con alcune persone quando ho raggiunto la zona un po’ più residenziale con meno negozi e molte più case private. Qui, come vi dicevo, si respira un’aria rilassata e serena quindi prendetevi un fish & chips da Dino’s e godetevi l’andirivieni delle barche nel porto, gustate dell’ottima zuppa di pesce (seafood chowder) al pub Kitty O Se’s che sicuramente avrà un cartello all’entrata con l’orario di inizio della musica dal vivo, svegliatevi presto per andare a vedere la marea che sale e trascina in piedi le barche dove i gabbiani dormono indisturbati e poi una bella colazione al Milk Market Cafè mangiando uno o più scones con burro e marmellata.

 

Quando ho salutato Kinsale l’ho fatto un po’ a malincuore, mi rincuorava solo il pensiero di andare a scoprire un nuovo paese e le sue meraviglie: Killarney, di cui vi ho parlato in questo articolo.

_MG_3192

Ragazzi, manca solo Kilkenny e poi ho spuntato tutte le tappe del viaggio di settembre. Probabilmente scriverò, come feci per la Scozia, un articolo per aiutare chiunque voglia girare l’Irlanda con gli autobus. Che ne dite? 😉

Altri articoli irlandesi, cliccando QUI ^_^

.

 

Annunci

14 commenti

  1. Adoro Kinsale! Ci sono stata la prima volta anni fa e poi ci sono tornata l’ultima volta che sono stata in Irlanda perché volevo assolutamente rivedere questo paese. Sei stata al pub The Bulman, vedo! Magari esagero ma è uno dei miei posti preferiti in assoluto: uno di quei locali dove mi sento a casa 😍

    • Eccomi! Ho ripristinato il messaggio! Non so perchè ogni tanto finiscono in spam ^_^ Siiii, ricordavo che mi avevi consigliato qualcosa a Kinsale ma non me lo ero segnato, poi ci sono passata di fronte e mi sono ricordata! XD Si, anche io l’ho trovato tra i migliori, ha una vista impareggiabile, ottima atmosfera e soprattutto un sacco di roba buona da mangiare 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...