Irlanda – I dintorni di Galway: Cliffs of Moher e Burren

Dopo avervi raccontato della carinissima e solare Galway, posso passare a consigliarvi i dintorni della città; quello che ci si aspetta quando pensiamo all’Irlanda: campi verdi di morbida e corta erbetta, scogliere, vento forte e panorami mozzafiato.

_MG_1125

Come sapete ero a piedi ed in balia dei mezzi pubblici, quindi ho cercato un po’ di organizzarmi tramite quelli per arrivare almeno alle famose scogliere: le Cliffs of Moher. I mezzi pubblici erano un’opzione veramente scomoda per via del tempo e delle lunghe distanze quindi, sbirciando online, ho trovato la Galway Tour Company che organizza gite di una giornata o più giorni per diverse mete nei dintorni di Galway. Si parte dalla stazione dei bus della città e sono tutti stra disponibili e divertentissimi. Io ho acquistato il tour che comprendeva le Cliffs, il Burren ed altre piccole tappe che vi snocciolerò più avanti; pagando 30€.

Il nostro autista e guida, Gary, è stato divertentissimo e più che esaustivo mentre ci ha accompagnato in questa stupenda full immersion nell’Irlanda che ho sempre sognato di visitare; ironico, chiacchierone, divertente, professionale, curioso, ottimo autista (dettaglio da non sottovalutare nelle strette stradine o quando ci siamo incastrati con un altro bus). Ma veniamo al programma della giornata…

castleLa prima tappa, una volta usciti da Galway, è il castello di Dunguaire che purtroppo ci era concesso vedere solo dall’esterno per via del nostro programma fittissimo. Ovviamente in tutta Irlanda, quando diciamo la parola “Castello” non dobbiamo aspettarci edifici giganteschi ma poco più grandi di una torre. Il Dunguaire Castle si trova sul confine tra la contea di Galway e la contea di Clare e la sua costruzione risale al XVI secolo, è arrivato a noi in ottime condizioni grazie alla manutenzione datagli dalle svariate famiglie ed enti che ne sono state proprietarie negli anni. E’ uno dei castelli più fotografati d’Irlanda anche per la sua posizione caratteristica sull’ansa dell’oceano che rende mutabile il panorama grazie ai cambiamenti delle maree; infatti nella mia foto che è stata scattata di mattina non c’è acqua, quando siamo ripassati in serata, il castello ne era circondato.

_MG_0967

_MG_0999

Lasciandoci alle spalle il castello anche il panorama cambia, non è più troppo verde e ricco di vegetazione ma inzia ad essere cosparso di pietre grigie ed i vasti spazi sono delimitati da muretti di pietre estratte dal territorio che si tengono in piedi grazie all’abilità di chi li ha tirati su ed incastrato le pietre una ad una. Questa caratteristica sta ad indicare che ci stavamo addentrando nel Parco nazionale del Burren che in gaelico significa proprio “distretto pietroso”. E’ un vero e proprio tavolato calcareo che si estende per 250 km quadrati ed è unico al mondo, la sua creazione risale a 350 milioni di anni fa quando la superificie era sotto il livello del mare. La zona non è assolutamente adatta all’agricoltura ma si sa che a suo tempo era abitata per via delle tantissime tombe che sono state ritrovate, una delle più famose è Poulnabrone dolmen che risale al Neolitico e, al momento della sua rinvenuta, conteneva le ossa di circa 25 persone, oltre ad effetti personali.

_MG_1003
Poulnabrone Dolmen

_MG_1027

Verso sud si trova Kilfenora, piccolo villaggio, e  la sua omonima cattedrale, riconosciuta come diocesi nel  intorno al 1150. Al momento della chiesa rimane solo lo scheletro ma possiede un cimitero molto interessante oltre al fatto che qui sono state rinvenute almeno 7 croci celtiche degne di nota come la Doorty Cross .

E’ stata una visita veloce prima di fermarci nel villaggio di Doolin, il più vicino alle scogliere, per pranzare e prepararci all’escursione alle Cliffs of Moher, la ragione principale che aveva spinto tanti in quel bus quel giorno. Ho pranzato al pub O’ Connors, che penso sia convenzionato con il tour operator, insieme ad altre due ragazze che stavano viaggiando in solitaria dalla Germania e dalla Nuova Zelanda. Ho preso una zuppa del giorno (carote e zenzero) e sandwiches buonissimi con ingredienti scelti da me al momento dell’ordinazione!

18624508_10213005727439227_999247106_n

Il nostro autista stava ancora pranzando così ne ho approfttato per un giro veloce del minuscolo villaggio da cui partono sia i sentieri per raggiungere, con un po’ di sano trekking, le scogliere, oppure i traghetti per le Isole Aran.  Lasciamo il villaggio per entrare di nuovo nel bus ed ascoltare un po’ di consigli per prepararci alle tanto sognate Cliffs of Moher. Sapete quando, per anni, vedete foto e video di un luogo e spesso vi accorgete di sognarlo ad occhi aperti anche in momento a caso della giornata? Ecco per me le Cliffs erano questo, quindi non vi sorprenderete se vi dico che avevo un nodo allo stomaco quando il bus è passato oltre la sbarra, ha parcheggiato e ci ha dato il biglietto per entrare (con il tour fa parte dei 30€ altrimenti viene 6€). Mi sono diretta immediatamente verso il sentiero e una lacrima è sfuggita quando ho finalmente visto il panorama di fronte ai miei occhi. Ero lì, finalmente mi trovavo in quel posto tanto sognato ed era ancora più bello e potente di quanto avessi mai immaginato!

_MG_1065
La prima vista delle Cliffs appena arrivata

cliffs mapsLe Cliffs of Moher, le scogliere a picco sull’oceano, sono ormai uno dei luoghi naturali più visitati in Irlanda per l’oggettivo panorama suggestivo che regala con qualsiasi tempo atmosferico ci sia, nonostante non siano le più alte d’Europa ma neanche d’Irlanda. Sono anche loro nella contea di Clare, si estendono per 8 km e il picco più alto tocca i 216 metri circa. I sentieri percorribili sono delimitati da muretti di roccia estratta nella zona e vari cartelli consigliano di non valicare i confini perchè è pur sempre terra e roccia che rischia di sgretolarsi: nonostante gli avvertimenti e le tante morti che ogni anno purtroppo ci sono, le persone scavalcano per passeggiare sull’orlo delle scogliere e fare foto superlative. Ammetto di essere andata anche io fuori dal sentiero tracciato ma non mi sono avvicinata troppo al bordo,  soffrire di vertigini ha qualche vantaggio ogni tanto! 😛 Sebbene siano così selvagge, spettacolari e pericolose c’è un giro di turismo sotto non indifferente ed in tanti si sono lamentati della costruzione del centro visitatori, delle scalinate che rendono poco naturalistico l’ambiente e la chiusura di alcuni sentieri. Convengo su tutto, la parte più bella infatti è quella lontana dai parcheggi per automobili e lontana dalle cotruzioni dell’uomo; è molto più bello passeggiare lungo i sentieri e scoprire i vari punti panoramici delle scogliere. Mi raccomando di stare attenti a dove andate, anche i sentieri segnati vi portano a vedere benissimo le cliffs, non voglio convincervi a scavalcare ma se doveste farlo state attenti perchè lì sopra le raffiche di vento sono fortissime e basta poco per cadere nel gelido oceano tra le rocce sottostanti. Purtroppo il nostro tempo era limitato, solo un’ora e mezza, ed ero così felice che sono tornata al bus appena in tempo! (Gary si era raccomandato di non fare tardi, pena una canzone da cantare a tutto il bus, un balletto oppure, in caso di ritardo estremo, rimanere a piedi! Io non avevo nessuna intenzione di cantare 😛 ) Un’ora e mezza sembra molto tempo ma passerà velocissima!

 

Al ritorno c’è solo un’ultima tappa prima di rientrare a Galway e la sua baia; una “spiaggia” calcarea sull’oceano che rientra nel parco Nazionale Burren di cui non ricordo il nome e non riesco neanche a trovare nulla online. Il sole si specchiava sull’acqua, c’era un panorama spettacolare oltre ad aver avuto l’occasione di vedere la vegetazione che cresce nelle crepe della roccia calcarea di cui avevo letto prima di partire.

 

Alle 18.00 eravamo di ritorno a Galway, tutti un po’ stanchi ma soddisfatti sia per la giornata soleggiata e poco ventosa, una rarità da quelle parti, ma sopratutto per aver visto finalmente quei luoghi che sognavo da tempo!

Sono tutte mete raggiungibili via automobile ma se siete a piedi, come me, posso consigliarvi questo tour perchè mi sono trovata benissimo, anzi mi dispiaceva quasi lasciare il nostro mitico autista! 😀 Se prenotate online prima di partire e avete qualche domanda quando arrivate in città, troverete il Galway Tour Company poco dopo la stazione dei bus, in Forster Street.

_MG_1100

Articoli precedenti sull’Irlanda:

 

Annunci

34 commenti

  1. Che bello! Vedere le Cliffs of Moher è anche uno dei miei sogni ❤ Spero prima o poi di reallizzarlo!
    Ps: quel castello mi ricorda molto l'Eilean Donan scozzese!

  2. Ilaria le tue foto sono pura poesia! I fiori nelle crepe delle rocce calcaree…
    Dev’essere stata una bellissima esperienza, anche se ammetto di aver avuto il senso di vertigine anche solo a leggere dei sentieri intorno alle Cliffs… sono una di quelle che scavalcherebbe il muretto neanche sotto tortura!
    Buona giornata 😀

  3. Una delle prima volte che sono stata in Irlanda ho visto le cose che hai visto tu, però abbiamo fatto il giro al contrario. Le tue fotografie e le tue parole mi hanno fatto rivivere ogni singola tappa di quella giornata, al punto che mi sembra di esserci stata ieri. In particolare le Cliffs of Mohers rimangono tra i posti più belli che abbia mai visto!

  4. Ciao, io in agosto parto per l’Irlanda ed è sempre bello leggere blog di persone che ci sono già state.
    Ti volevo chiedere se è sicuro prenotare le escursioni online dal sito della galway tour company? O è meglio farlo la..

  5. Scusa sono ancora io 🙂 ho fatto il pagamento, ho messo i dati della carta e dopo aver concluso mi si è chiusa la pagina. Spero mi arrivi una mail di conferma del pagamento perché se no non ho ricevute per far capire che ho pagato già il tour. Ancora non mi è arrivato niente.
    A te era arrivata la mail di conferma? Scusa le troppe domande ma sono un po’ in ansia.

    • Non ti preoccupare, se posso dare una mano lo faccio volentieri ^_^ Si a me è arrivata quasi subito l’email di confrma. Hanno già scalato i soldi? In caso non li avessero scalati, potresti effettuare di nuovo l’acquisto o mandare una mail chiedendo se hanno ricevuto una prenotazione dalla tua mail e altri dati che hai inserito. Almenosei sicura ^_^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...