Le piazze di Monaco di Baviera

Le piazze sono in ogni città, diamo per scontata la loro esistenza perchè ci passiamo tutti i giorni, le attraversiamo, le usiamo come punto di riferimento o come luogo per degli appuntamenti. Ci si ritrova nelle piazze con gli amici, per le manifestazioni, per i mercati. Ogni città ne possiede tante e di ogni grandezza, oggi vi racconto quelle di Monaco di Baviera.

La piazza più conosciuta forse è MARIENPLATZ circondata da chiese e palazzi dall’architettura imponente come il nuovo Municipio che è stato costruito intorno al 1900 e al suo interno ospita addirittura sei cortili. Marienplatz è altrettanto famosa perchè ospita, ogni anno, i mercatini di Natale colorandosi di luci e addobbi compreso il grandissimo albero di Natale e accogliendo gli spettatori dei canti natalizi che provengono proprio dal municipio, ogni giorno alle 17.30. Tre volte al giorno invece si azione il grande carillon sulla sua torre alta 81 metri, il gioco del carillon ricorda i festeggiamenti del matrimonio del duca Guglielmo V e il ritorno alla normalità della città dopo il periodo della peste.

_MG_0323
Marienplatz dall’alto

Nel restante periodo dell’anno, la piazza si anima di persone che fanno shopping nei tanti negozi che si affacciano lì o la scelgono per una passeggiata, aiutati dal fatto che rientra nella zona pedonale del centro di Monaco.

Poco lontano troviamo KARLSPLATZ che però è più conosciuta con il nome di STACHUS. E’ la seconda piazza più frequentata di Monaco ed il Karlstor è la porta che ne delimita il confine con l’inizio del nuclo di edifici. I palazzi che si trovano intorno alla piazza sono stati costruiti in semicerchio, di fronte invece la grande fontana che durante i mesi invernali si trasforma in pista di pattinaggio. Degno di nota è il bellissimo Palazzo della Giustizia ed il centro commerciale all’entrata della metropolitana. Sulla piazza, infine, troviamo anche l’entrata dell’elegante giardino botanico.

_MG_0284
Karlstor
_MG_0413
Isartor

Nella zona un po’ più scostata dal centro e meno frequentata troviamo ISARTOR che invece ci regala una bellissima struttura che era la porta d’entrata sud-orientale della città. Nel 1337 venne costruita la grande torre principale, ora sede di un museo, e successivamente vennero aggiunte le altre due torri ottagonali ai lati.

Un’altra piazza degna di nota è sicuramente ODENPLATZ che porta un po’ di italianità nella città tedesca. Questo tratto italiano proviene dalla Theatinekirche, chiesa di corte e primo esempio di barocco italiano e, proprio di fronte troviamo una copia della Loggia dei Lanzi di Firenze. La piazza è inoltre importante perchè ricorda il colpo di stato di Hitler finito male il 9 novembre del 23. I nazisti entrarono nella piazza per raggiungere il palazzo (Residenz) ma furono coinvolti in uno scontro a fuoco con la polizia e fermati. Sulla via che collega la piazza al centro storico, trovate l’entrata per il Residenz e per i giardini.

Poco lontana c’è MAX-JOSEPH PLATZ, una delle più eleganti piazze che ospita un lato del Residenz, la facciata in stile greco del teatro e la statua del primo Re Bavarese: Maximilian I. Fu realizzata nel 1820 grazie ai progetti di  Leo von Klenze e Karl von Fischer, architetti molto bravi e richiesti in quel periodo.

_MG_0421
Max-Joseph Platz

Spostandoci invece verso il centro storico e superando il Viktualienmarkt, ci sono due piazze a cui vale la pena dare un’occhiata. Parto dalla più piccola e nascosta SEBASTIANSPLATZ che ho scoperto passeggiando nella zona. E’ circondata da ristorantini e negozi, quindi non vi sorprenderà trovarla occupata da tavoli e sedie nonostante la vicinanza all’eataly di Monaco. Se attraverserete la piazza entrerete in una zona pedonale dal nome ST JAKOBSPLATZ. Questa piazza comprende varie vie che si snodano tra gli edifici e tra i più importanti troviamo il Museo Civico e quello Ebraico. Nel primo potrete scoprire la storia di Monaco di Baviera ed i cambiamenti avvenuti nel corso del tempo, mentre nel museo Ebraico c’è un’esposizione permanente della comunità ebraica della città. Ovviamente durante il regime nazista vennero distrutte tutte le sinagoghe ed i negozi di proprietà degli ebrei, vennero poi ricostruiti dopo la caduta del muro di Berlino nonostante la comunità contasse soltanto 84 membri rispetto agli undici mila iniziali. (Entrambi i musei sono aperti dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18).

Altri articoli dedicati a Monaco di Baviera:

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...