Giorno della memoria: ti consiglio un film

In occasione del giorno della memoria in cui ricordiamo le vittime dell’Olocausto, volevo contribuire a modo mio per stimolare gli animi e le menti anche dei meno informati. In che modo farlo? Usando la settima arte. Il cinema ha utilizzato molto spesso le ambientazioni cupe e opprimenti della seconda guerra mondiale ma soprattutto ha cercato di sensibilizzare lo spettatore al fatto più scandaloso e orribile che la storia recente si porta dietro: l’Olocausto.

In questo articolo vorrei consigliarvi, da amante del buon cinema, alcuni film su questo tema che mi hanno trasmesso più emozioni e che ricordo con più chiarezza.

7552_4

SCHINDLER’S LIST  –  Un film che vidi a scuola e mi lasciò un senso di tristezza e smarrimento che ricordo ancora oggi, a distanza di anni. E’ un film del 1993 diretto da Spielberg in cui viene raccontata la vera storia di Oskar Schindler, iscritto al partito nazista, che cercò di salvare quanti più ebrei possibili, assumendoli nella sua fabbrica a Cracovia. Nonostante il messaggio positivo del film, la me bambina rimase scossa dalla visione forse perché per la prima volta faccia a faccia con l’argomento o forse per il bianco e nero della pellicola intervallato da poche immagini a colori, che rendeva tutto molto più cupo.

vita5_pLA VITA è BELLA  –  Penso che ricordiamo tutti questo film di Benigni e ricordiamo certamente le lacrime che abbiamo versato. In questo caso mi colpì, come credo accadde a tutti, la scelta di incentrare il film sul punto di vista di un bambino, lasciando lo spettatore a fare i conti con la visione di una persona così piccola che si ritrova in una tragedia del genere. Il padre cerca di proteggerlo inventando regole da seguire affinché stia nascosto ma allo stesso tempo non capisca che entrambi si trovano in un campo di concentramento e che sono in pericolo di morte. E’ il film italiano più famoso al mondo e arrivò anche agli Oscar portandosene a casa ben tre.

 

LA CADUTA : gli ultimi giorni di Hitler  –  Film del 2004 che racconta gli ultimi giorni di Adolf Hitler, le ultime sconfitte, la realizzazione di aver perso la guerra, l’ordine di bruciare il suo corpo dopo essersi suicidato con un colpo di pistola. Vidi questo film l’anno scorso, in lingua originale, e rimasi impressionata dalla bravura di Bruno Ganz nell’interpretazione di Hitler. La pellicola si ispira a due libri: la disfatta e fino all’ultima ora.

unterhitlerbrandt

adrien-brody-e-wladyslaw-szpilman-nel-film-il-pianista-di-roman-polanski-119743

IL PIANISTA – Pellicola del 2002 diretta da Roman Polanski in cui l’ideale di sopravvivenza è la musica. Seguiamo la storia del pianista ebreo Wladyslaw Szpilman che assiste allo scoppio della seconda guerra mondiale, vive l’invasione della Polonia, la creazione del ghetto e l’adattamento difficile ad una vita di sopravvivenza. Unica ancora di salvezza: la sua musica che fa da colonna sonora al film.

IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE – Del 2008, diretto da Mark Herman. Bruno è un bambino tedesco che dovrà cambiare casa a seguito della promozione del padre, un ufficiale nazista. Presto, curiosando nei dintorni, conoscerà Shmuel aldilà della rete e del filo spinato. Shmuel è ebreo e si trova in un campo di concentramento, ma questo non fermerà i due bambini dal fare amicizia, noncuranti dei pericoli.

stasera-in-tv-su-rete-4-il-bambino-con-il-pigiama-a-righe-6

alone2

ALONE IN BERLIN  – Film recente, del 2016, che ho visto qualche giorno fa; in italiano è stato tradotto in “Lettere da Berlino” e  non ho idea della data di uscita in Italia anche se credo di aver letto che sarà nel prossimo febbraio.  Vincent Pèrez ci presenta una Berlino del 1940, in cui Otto e sua moglie perdono il loro unico figlio sul fronte occidentale. Questo li sveglierà e convincerà a scrivere cartoline postali con messaggi anti-nazisti da lasciare in giro nel paese. Qualcuno inizierà ad indagare su questo fenomeno ma la paura più grande è quella di essere traditi dagli stessi concittadini che vivono nella paura e nell’oppressione.

ANTHROPOID – Pellicola del 2016 anthropoidambientata a Praga e diretta da Sean Ellis. Due agenti cecoslovacchi addestrati dagli inglesi tornano in patria per la missione Anthropoid: uccidere Reinhard Heydrich, uno degli uomini più pericolosi del terzo reich, conosciuto anche come ” Il macellaio di Praga”. I due agenti, Josef e Jan, cercheranno di studiare i suoi movimenti e di mettere a punto un piano per portare a termine la missione che dovrebbe liberare il paese dalla sua morsa. Pellicola ricca di pathos e azione.

SUITE FRANCESE – Pellicola del 2014 diretta da Saul Dibb. Lucille vive in un paesino francese assieme alla prepotente suocera aspettando notizie di suo marito, catturato dai tedeschi. Un giorno assiste all’arrivo delle truppe naziste che occupano la città e conosce il tenente Bruno von Falk assegnato alla loro abitazione. Tra i due nascerà un sentimento forte, contrastato purtroppo dalla guerra. In questo caso non ci sono riferimenti allo sterminio ebreo come in ogni film che ho scelto precedentemente, anche se in minima parte in alcuni,  ma è l’autrice del libro, da cui è tratta la pellicola, ad essere di origine ebrea. Irène Némirovsky  venne deportata ad Auschwitz prima che potesse terminare il suo romanzo che però venne portato in salvo dalle figlie che riuscirono a scappare dopo l’arresto dei loro genitori.

foto6

Questi sono i film che ho scelto per la giornata di memoria, quasi tutti con temi struggenti ma che illustrano anche quanto esistesse la voglia di resistere, di ribellarsi e di trasmettere un messaggio positivo in tempi in cui regnava la paura, la disinformazione, la diffidenza e spesso l’indifferenza.

 

27 gennaio 1945

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...