Monaco di Baviera: cibo tipico

Monaco di Baviera non è solo chiese, piazze e mercatini; è un’ottima occasione per assaggiare molti prodotti e piatti tipici della cucina bavarese. Con la scusa dei mercatini di Natale sono riuscita a procurarmi parecchio street food ma non mi sono certo accontentata ed ho provato quello che mi attirava di più anche nei locali e pub del centro storico; quindi vi parlerò, come al solito, dei piatti che ho assaggiato  e dove.

_mg_0235
Vetrina di insaccati e wurstel vari

Inizio parlandovi di quello che viene prodotto in maggiore quantità da queste parti ed esportato ovunque: il WURSTEL. Qui a casa, in Italia, non mangio mai i wurstel del _mg_0258supermercato confezionati, mi fanno veramente schifo; li ne mangio in quantità sorprendenti perché hanno nettamente un altro sapore e sono cucinati in vari modi. Il più famoso è il Wurstel bianco (perché non sottoposto a a salamoia), preparato con carne di vitello e pancetta di maiale. Questo wurstel nasce dall’esigenza di servire in fretta, in una serata molto affollata, le persone che aspettavano con impazienza la cena; nascono sempre per sbaglio i piatti migliori! Potete trovare anche wurstel speziati, di ogni misura e grandezza e sicuramente vengono accompagnati da una buona dose di senape, crauti e bretzel. Cosa sono i CRAUTI? Sono semplicemente dei cavoli verza conditi a crudo che mantengono tutte le loro proprietà aiutando la digestione e la flora intestinale. I tedeschi e tutte le altre nazioni che li utilizzano, li accostano quasi sempre a piatti di carne e patate.

_mg_0297
Bretzel

Spesso a tutto ciò si accompagnano i BRETZEL ma io li ho mangiati persino a colazione, a merenda e dopo cena mentre tornavo in albergo. Ho perso il conto di quanti bretzel ho divorato e dimenticavo sempre di fotografarli, tanta la voglia di morderli subito. I Bretzel nascono come cibo di ricompensa, nei monasteri, ai ragazzi che imparavano a memoria le preghiere; i tre fori che si formano dopo averlo intrecciato rappresentavano la trinità. Senza dubbio sono celestiali!

_mg_0467
Weisserbier

Se si parla di Baviera non si può non parlare di BIRRA! Qui siamo nella patria dell’oktoberfest, dove il tempo non viene scandito dalle stagioni ma dalla produzione di svariate birre. Non starò qui ad elencarvi ogni tipo di birra tedesca, ma vi parlo delle mie preferite: le Weisser. Sono birre di frumento come tante altre ma si distinguono per una spiccata cremosità ed una nota dolce ma dal retrogusto acido. Appartengono alla famiglia delle Ale, cioè ad alta fermentazione. Non sono un’esperta di birra, conosco solo quelle che mi piacciono. Quella nella foto la trovo anche in un supermercato qui da me, sia bionda che rossa, e ne faccio sempre una scorta per quando papà prepara la pizza.

Una cosa che invece non mi è piaciuta è l’insalata di patate o meglio la KARTOFFELSALAT. Di solito queste patate lesse accompagnano piatti di carne come il maialino alla birra, il polpettone o le polpette e sono condite con olio, maionese o aceto. Quelle che hanno servito a me erano con quest’ultimo condimento e, non amando l’aceto, non le ho particolarmente gradite nonostante le abbia finite lo stesso perché avevo fame. Le trovate un po’ in tutti i menu come accompagnamento a questi piatti e in quasi tutti i locali.

_mg_0265
Kartoffelsalat e polpette al “Zum Spockmeier”

Ma veniamo ai DOLCI… C’è molta scelta in questa sezione, soprattutto nel periodo natalizio perchè troviamo anche il Pan Pepato. Io ovviamente mi sono buttata sullo strudel di mele, dolce antichissimo e che cambia un po’ versione spostandoci di stato in stato. Un dolce dal nome impronunciabile, almeno per me, l’ho trovato una sera in uno stand all’ingresso della metropolitana, era il Walnuss schnitte che contiene frutta secca in un composto formaggioso. Ho ritrovato anche il dolce preferito dal Kaiser Franz, il Kaiserschmarrn, lo avevo assaggiato a Vienna (se non lo ricordate, cliccate qui). Nella sezione dolci, inserisco anche le frittelle di patate (reiberdatschi), non sono un dolce ma loro aggiungono una composta di mele che le rende perfette e…dolci! Una signora del posto ci ha gentilmente suggerito di aggiungere questo tocco particolare alle frittelle semplicemente perché “Noi le mangiamo cosi qui..” E chi sono io per dissentire?

 

Inoltre, avendo abusato dello street food, ricordo con particolare salivazione il wurstel bianco cotto a puntino sulla griglia da un ragazzo italiano, le stupende patatine fritte condite con la paprika dolce, il panino con il salmone al pepe cotto su delle lastre di legno, l’immancabile Gluwein (vin brulè) e l‘eierpunsch (alcolico molto molto simile all’egg nog.)

 

Questi sono i piatti tipici e non, che ho assaggiato a Monaco di Baviera. Se vi ho fatto venir fame e voglia di andare a provarne qualcuno allora la missione è compiuta! Vi ricordo di dare un’occhiata alla sezione cibo per ulteriori piatti tradizionali di altri paesi. 😀

 

Annunci

6 comments

  1. Mammamiaaaa che fame!!!! Adoro l’aspetto culinario dei viaggi, assaggiare i piatti tipici della zona che si visita è sempe una gran gioia 🙂 Che buoni i Bretzel!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...