#mytravelrules – Le mie “regole” di viaggio

Grazie a Velia di “Alla fine di un viaggio” (ispirata dall’articolo di The Daz Box) per avermi nominata e permettermi così di raccontare qualcosa di diverso in tema di viaggio. Stavo già preparando un articolo che parla di come organizzo i viaggi, di come nascono e prendono vita; quindi mi divertirò a svelare qualche regola di viaggio in generale, cose che non dimentico mai di fare e che rientrano nelle mie abitudini. Alla fine i viaggi sono un concentrato di vita, un riassunto a tutta emozione della propria essenza.

14026526_1726508917614319_90796709_n
L’essenziale per la partenza: zaino, fotocamera, guida con mappe

VALIGIA LEGGERA – Si sono una donna e no, non siamo tutte uguali! Ormai lo stereotipo di donna è sempre quello di 3 valigie, 2 beauty case, 5 borse e 4 camion di roba. Io non rientro, come moltissime altre, nello stereotipo: ho sempre viaggiato con il bagaglio a mano, quindi massimo 10 kg, o uno zaino. Adoro il make-up, creme e cremine, smalti, abbigliamento ed accessori ma posso farne benissimo a meno quando sono in viaggio. Porto l’indispensabile e vesto “a cipolla” affinché possa alleggerire la valigia di qualche grammo. Il viaggio in Scozia di una settimana ne è stata la prova: zaino medio con pochissima roba dentro (tipo tre t-shirts) e vi giuro che non puzzavo!

994712_1712470608985196_618490993713488784_n
Merenda e appunti a Vienna

APPUNTI PRE-VIAGGIO –  Della preparazione al viaggio parlerò nel dettaglio più avanti ma posso assicurarvi che nel mio taccuino si può trovare qualsiasi tipo di appunto: dal ristorante più strano da provare agli orari dei musei, agli appunti di cibo tradizionale da assaggiare, alla via dell’hotel; segno di tutto, sia prima che durante. E’ un rituale che faccio quotidianamente, quindi nel viaggio, rifacendomi al riassunto della propria essenza di cui parlavo sopra, si intensifica.

dsc_0026
Foto a raffica su Edimburgo da Calton Hill

 

FOTOGRAFIE SU FOTOGRAFIE – Da fotografa quale sono non posso non tornare a casa con almeno 16 gb di fotografie da scaricare, revisionare e sistemare. So che i compagni di viaggio, se non appassionati alla stessa materia, tendono ad odiarmi quando sto li ferma ad aspettare il momento giusto per scattare. Alla domanda: “L’hai fatta questa foto?” le mie risposte sono quasi sempre le stesse: “No, sto aspettando si sposti la nuvola”, “Mi serve una persona nei terzi, sto aspettando che arrivi qualcuno”. Non odiatemi ma le passioni vanno coltivate e mi incazzerei come una belva se non riuscissi a portare a casa un po’ di foto da appendere al muro; anche se su 400 foto se ne salvano circa 20.

ASSAGGI TIPICI – Ve l’ho mai detto che sono una gran mangiona?! (La sezione “CIBO” nel blog è un grande indizio) Non sono cicciottella soltanto per qualche problema di salute, è che mangio proprio di gusto! 😀 Quando sto a casa mi do una regolata e cerco di fare la brava ma in viaggio non posso e non voglio. Un’altra regola è quella di assaggiare quanti più piatti e prodotti tipici riesca a trovare. Per questo motivo cammino spesso tra i mercati, cerco lo street food o i locali poco turistici che frequentano le persone del posto. Pensate che, ad un mese dalla partenza per Monaco, ho avuto un’intossicazione intestinale accompagnata da un bello sfogo allergico; praticamente mi nutrivo solo di riso in bianco, petto di pollo e finocchi. In molti avrebbero avuto paura per la propria salute, invece sapete qual era la mia preoccupazione? Non poter mangiare tutta quella roba buona a Monaco di Baviera e quindi non poterne scrivere a riguardo! Fortunatamente sono guarita abbastanza dal poter riuscire a mangiare parecchie cose (ve ne parlerò tra non molto).

_MG_7080
Una gouffre fragolosa a Bruges

CAMMINARE E PERDERSI – Visto che, come appena detto, mangio da far schifo, devo per forza compensare con l’attività fisica quindi, in viaggio, macino tantissimi chilometri con i miei piedini che a fine giornata vorrebbero tanto picchiarmi. A casa sono una gran pigrona, devo sempre sforzarmi per uscire a fare qualcosa, invece in viaggio bisogna fermarmi altrimenti cammino per ore e finisco per perdermi. Il 90% delle volte mi perdo di proposito, perché trovo sempre qualcosa di molto interessante e ormai rientra nelle abitudini da viaggio.

PARLARE CON LE PERSONE DEL POSTO – Sono appassionata di antropologia e quindi mi piace sedermi ed osservare il genere umano che si muove in questo mondo. Dopo un po’ però mi piace anche comunicare ed interagire con questo “oggetto di osservazione” quindi parto alla carica e cerco qualcuno con cui comunicare. Solitamente non voglio fare quattro chiacchiere del più e del meno, voglio sapere di più del posto in cui vivono, com’è veramente, analizzato dal punto di vista di qualcuno sul territorio. Non tutti amano conversare con i visitatori, ma ho notato che in tanti parlano volentieri quando c’è di mezzo il cibo e quando ho bisogno di indicazioni o informazioni. Ricordo ancora la lunga chiacchierata con la ragazza alla reception dell’hotel di Gand, in Belgio. Abbiamo parlato almeno venti minuti tra informazioni turistiche, domande reciproche e battute. Non sarà mai una vera e propria chiacchierata ma riesco sempre a farmi un’idea sul loro pensiero a proposito. Inoltre, in terre straniere, posso mettere alla prova il mio inglese autodidatta facendo anche qualche figuraccia che non guasta mai, sono sempre un divertente argomento di conversazione una volta tornata a casa 😛

_mg_8273
Artista di strada a Venezia

Queste sono alcune delle mie regole o abitudini di viaggio e penso siano simili a quelle di molti viaggiatori. Grazie ancora per avermi dato la possibilità di partecipare e ora sta a me  nominare qualcuno (già nominato e non ) che seguo, che abbia voglia di raccontarci qualche #travelrules, quindi tiro in ballo:

 

Annunci

21 commenti

  1. Bellissime #travelrules! Anche io come te porto solo valigia leggera con il minimo indispensabile, macchina fotografica (anche se non sono una fotografa), e parto con un itinerario preparato con cura sulla base dei miei interessi.
    E non mi perdo la gioia di esplorare la città camminando e avventurandomi nei posti più nascosti. Naturalmente per cercare un posticino tipico in cui mangiare 😉

  2. Ilaria … non me ne volere se alcune delle mie #travelrules saranno uguali alle tue! Metto in ordine le idee e scriverò il mio articolo in merito! Intanto … complimenti per il tuo! Molto molto carino!

  3. Oh my God! Nominato mi hai! Intanto grazie e infinite grazie del tuo post perché mi ha permesso di confrontarmi con una viaggiatrice decisamente esperta … la prima cosa che ho pensato leggendolo è stata di procurarmi, anche in modo illecito, i tuoi taccuini che tanto mi farebbero comodo … le mie travel rules corrispondono alle tue (beh, in realtà non assaggio proprio tutto …), ma ce ne è una segreta che forse svelerò, oppure no … si vedrà … Intanto grazie e infiniti coomplimenti!

  4. Bellissime le tua travel rules, in particolare quella del taccuino: io prometto sempre di farlo al “prossimo viaggio”, però la mia calligrafia è talmente orrenda che la maggior parte delle volte non riesco a capire quello che ho scritto 😉 Così prima del viaggio prendo degli appunti su un file di Word, mentre quando sono in viaggio mi “auto-invio” delle email con i posti che mi hanno colpita, i nomi dei piatti che ho mangiato, ecc, e non ha lo stesso impatto del taccuino 🙂
    Grazie per aver pensato a me e per avermi nominata, risponderò il prima possibile!

  5. Mi ritrovo in molte abitudini, come quella delle millemila fotografie… faccio sempre una foto con la reflex e una, la stessa, col cellulare.. non sia mai che voglia pubblicarla su instagram due ore dopo 😜😜
    Anche io amo provare piatti tipici, non sopporto chi va al McDonalds quando è in ferie! Ahaha
    E… camminare, camminare e camminare!

  6. Dovrei forse prenderti a esempio. A parte condividere il bagaglio leggero (“miniaturizzando”, però, creme&Co.), parto sempre abbondantemente impreparata e mi perdo anche senza volerlo. Spesso trascuro il mangiare pur di non fermarmi e, quanto all’attaccare bottone, vado a giornate. Sto regredendo anche sulle foto (tieniti forte!), lasciando sempre più spesso la reflex a casa e limitandomi al cellulare. Eppure, eppure… mi basta leggere un post per chiedermi quando si parte? 😀

    • Ahahahah questo stile di viaggio nasce dal fatto che sono una persona pratica e con l’esperienza ho notato che poi tante cose messe in valigia non le ho mai usate e, una volta tornata a casa, devo pure lavarle lo stesso! xD Tanta stima sul riuscire a lasciare acasa la reflex, io mi sentirei in colpa tantissimo, anche se in alcune situazioni mi sono maledetta per quel chilo e mezzo appeso al collo T_T In questo prenderò esempio io da te!! 😀

      • Occhio che le reflex mettono il muso! 😀
        Già che ci siamo, hai qualche regola sugli acquisti in loco? Il mio viaggio di ritorno è tipicamente appesantito dai regali che non riesco a non comprare…

      • Sull’argomento regali sono stata piuttosto categorica con amici e parenti: “Mi dispiace ma io viaggio leggera e vi porto proprio un pensierino”. Spesso prendo matite a tema, piccoli libri o calamite economiche. Nient’altro 😀 Con me stessa sono stata ancora più severa “Per te nulla! Il regalo è stato il viaggio” XD

      • Chapeau! In effetti quel che risparmio nel viaggio lo spendo in regali, hehehe! Credo che nel mio caso sia un modo per condividere la gioia di aver scoperto posti nuovi con chi è rimasto a casa… e poi, vuoi mettere veder passare sotto i raggi una rana da giardino di lamiera (dall’Hidcote Manor garden)? 100% fun!!

  7. Grande Ilaria, condivido appieno le tue travelrules, anche se da fotografa dilettante quale sono (basti dire che uso il cellulare per scattare foto) capisco perfettamente i tuoi compagni di viaggio che si stufano di aspettarti. Ma sicuramente al ritorno avrai foto fantastiche 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...