Viaggio in Umbria

L’Umbria è una delle regioni d’Italia che ultimamente ha subito, e continua a subire, le conseguenze del terremoto. Io l’ho visitata qualche mese fa, a luglio, e fa strano ora scriverne a riguardo. Avevo questa bozza salvata nel pc, aspettavo di scrivere di ogni paese e borgo visitato per fare il resoconto ma mi rendo conto che alcune cose che ho descritto non esistono più. D’altra parte però sarebbe un peccato non ricordarle avendo avuto la fortuna di viverle, guardarle con i miei occhi e fotografarle, quindi ho deciso di scrivere comunque due parole sui tre giorni in Umbria e di raggruppare qui tutti gli articoli che gli ho dedicato finora.

Potrete cliccare sul nome del paese per aprire l’articolo a lui dedicato.

_MG_9087
Norcia

Il mio viaggio è iniziato a NORCIA, passeggiando per le sue vie e scoprendo ad ogni passo i suoi angoli e le sue persone. Alcuni edifici di cui vi ho parlato nell’articolo non esistono più, come la Basilica di S.Benedetto ed altre case ma, come dicevo non è la prima volta che Norcia ha a che fare con la terra che trema, è stata ricostruita altre volte proprio a causa dei frequenti terremoti della zona.

Dopo aver passeggiato per scoprire un po’ il paesino e aver mangiato un buonissimo panino con i prodotti locali, mi sono diretta a CASTELLUCCIO di NORCIA, famosa per la sua fioritura. Una valle immensa tempestata di fiori di vario genere che attira visitatori ogni anno a fotografare questa meraviglia da ogni punto. Salite sul paesino, colpito anch’esso in parte dal terremoto, e scegliete tra i percorsi consigliati sulle montagne che circondano la valle, non ve ne pentirete.

_MG_9160
Castelluccio di Norcia

La sera sono rientrata a Norcia, ho camminato tra i suoi vicoli per scoprire anche il lato notturno del paese.

La mattina dopo, alla buon ora, mi sono diretta verso PRECI, piccolissimo borgo ricostrutio anch’esso dopo un forte terremoto, ma non prima di aver visitato l’ABBAZIA di SANT’EUTIZIO, uno dei centri monastici più antichi d’Italia.

_mg_9214
Spello

La giornata diventava sempre più calda e faticosa per me ma finalmente mi stavo dirigendo a SPELLO che volevo vedere da parecchi mesi. Mi aveva sempre attratto per la sua struttura, per i suoi colori donati dalla famosa infiorata che si tiene ogni anno tra maggio e giugno e tra dicembre e gennaio. Non ha deluso le mie aspettative anzi, sono rimasta colpita soprattutto dalle antiche mura ancora in piedi che circondano il borgo.

La giornata mi regala ancora qualche ora di sole quindi è la volta del borgo che più ho preferito: BEVAGNA. Non so perchè mi abbia colpito così tanto, forse per la sua struttura che non rispecchia il classico borgo arroccato in alto, forse per la sua festosità… Qualsiasi sia il motivo mi ha colpita così tanto che ho in programma di tornarci, magari durante “Il mercato delle Gaite” evento che si ripete ogni anno a giugno in cui tutto il borgo torna all’epoca medievale. Quest’anno l’ho mancato per un giorno quindi non posso che tornarci.

_MG_9241
Bevagna
20160629_130601
Crescia

Ultima notte a Norcia, ultima mattinata dedicata ad un po’ di shopping di PRODOTTI LOCALI per portare a casa un po’ delle bontà assaggiate da queste parti, e si riparte verso casa, ma prima una sosta a TODI. Ho dovuto aspettare le ore più fresche per visitarla, godendomi un po’ di ombra sulla panchina del parco. Todi è affollata e caotica, cosa che non ci si aspetta da un borgo ma possiede alcuni luoghi d’interesse degni di nota, oltre ad un bellissimo panorama sulla campagna umbra.

_mg_9262
Panorama di Todi

 

I miei tre giorni in questa regione, che in precedenza avevo visitato poco, sono stati all’nsegna del cibo, della fotografia, della storia, della tradizione e della scoperta.

Visitate l’Umbria e donate aiuti alle zone terremotate.

Annunci

3 comments

  1. L’umbria è una delle mie regioni preferite. Sono stupendi i suoi colori, le cittadine, la storia, l’atmosfera, le persone, il cibo … ed in una città in particolare ho ricordi meravigliosi di alcuni periodi spensierati della mia vita. Todi, Bevagna e Spello le ho visitate tempo fa e mi sono piaciute tantissimo. Norcia e dintorni purtroppo no, ma ci andrò … ci andrò nonostante molte delle sue bellezze siano state distrutte dallo sciame sismico degli ultimi tempi. Ci andrò per far sentire a quella popolazione la mia vicinanza ed il mio calore. Tutti dovremmo farlo. Grazie Ilaria per questo bell’articolo … e … niente … mi hai fatto venire una gran voglia di tornare in Umbria, e magari nella città di quella regione che più amo: Orvieto.

    • Grazie Tabita! Grazie soprattutto perchè ero indecisa se proseguire con la scrittura di questo posto oppure cestinarlo… L’umbria è davvero bello e come dicevi anche tu, lo sono anche le persone che conosciuto, spero ci andrai presto e tornerai nella città che ami di più che ammetto di non aver mai visitato! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...