Umbria: Todi

Todi, in provincia di Perugia, è stata l’ultima tappa dei giorni trascorsi alla scoperta dell’Umbria. Me ne avevano già parlato positivamente descrivendomi i luoghi d’interesse e le cose da vedere in una giornata in questo paese fondato sul colle alla riva sinistra del fiume Tevere.

_mg_9262
Dal campanile della Chiesa di S.Fortunato

La mia visita è stata alquanto particolare visto il caldo di quella giornata di luglio e la mia conseguente stanchezza. Dopo aver riposato su una panchina all’ombra nel parco giochi,  vicino a Piazza del Popolo, ho potuto visitare la città con più energia iniziando dalla Chiesa di San Fortunato, edificio paleocristiano che accoglie le tombe di quattro santi e l’affresco di Jacopone da Todi. Inoltre possiede un campanile, accessibile pagando 2€, dal quale si ha una vista 360 gradi delle valli al di là del centro storico. Ovviamente si salgono i gradini a piedi, non ricordo con precisione quanti siano..forse 200? Non tantissimi comunque. (Occhio ai piccioni!)

_mg_9258
Interno della Chiesa di San Fortunato

13584044_1630181247309575_188178524_n

Spostandoci a Piazza del Popolo, invece, sono entrata nel Duomo in stile romanico-gotico che mi ha sorpresa per l’affresco che si trova sulla controfacciata di sicuro ispirato ai lavori di Michelangelo. Nella foto non si vede benissimo perchè l’ho scattata dal cellulare e recuperata dal mio account Instagram ma mi ha colpito come la chiesa fosse così piena su quella facciata che di solito è lasciata piuttosto leggera e povera di dettagli. Una chiesa in stile romanico sappiamo essere abbastanza spoglia, quindi questo dettaglio mi ha lasciata piacevolmente sorpresa, aggiungendoci poi il rosone in alto  abbiamo completato il quadro. Questa è l’opera più famosa di Ferraù Fenzoni, originario di Faenza, che rappresenta il giudizio Universale. Il rosone di cui parlavo prima è del 1500 ma le sue vetrate risalgono al 1800, periodo in cui fu rimaneggiato. Dal lato sinistro del Duomo, al suo interno, c’è una scalinata che conduce alle cripte che ospitano il museo e l ‘esposizione del tesoro della Cattedrale. Sulla stessa piazza si trova anche il Palazzo Vescovile nel cui interno troviamo altri affreschi di Ferraù da Faenza e di Andrea Polinori. Il più antico palazzo della piazza è invece Palazzo del Popolo che ospita il Museo civico della città, così come il Palazzo del Capitano, che è collegato al precedente.

Il centro storico di Todi è molto affascinante, ricco di negozi, di stradine e vicoli che piacciono tanto ai fotografi e agli appassionati di storia; di botteghe che lavorano e vendono la ceramica, una delle tante attività portate avanti in queste zone, proprio come vi raccontavo anche per Spello. Nonostante il bellissimo paese di stampo medievale, le sue chiese, i suoi vicoli stretti, le sue mura antiche; sono rimasta un po’delusa per via dell’eccessivo traffico nelle strette strade del centro storico. C’era persino un vigile a regolare il traffico e le auto parcheggiate a caso proprio di fronte a Piazza del Popolo; sarebbe preferibile ridurre il transito in alcuni orari o limitare l’accesso solo ai residenti. Non ho mai visto così tante automobili in un centro storico! Voi ci siete stati? Era così anche quando ci siete capitati voi? No perchè magari ho vissuto male l’esperienza io per via del caldo…

Comunque, tralasciando le lamentele, vorrei consigliare anche un’altra chiesa ma questa si trova fuori dal centro storico, quindi dovrete scendere (mi dicono ci sia anche un’ascensore per raggiungerla e per salire al centro) per poterla visitare. E’ il Tempio della Consolazione, in stile rinascimentale che stona con il centro del paese in stile medievale ma svetta imponente nella sua magnificenza. Il progetto ricorda quello originale della Basilica di San Pietro a Roma, una croce greca ma in dimensioni ridotte posizionata fuori le mura con quindi più spazio per realizzare qualsiasi tipo di progetto voluto dal Bramante.

_mg_9288
Tempio della Consolazione

Nella città di Todi potete trovare vari Festival ed eventi, ve ne elenco un po’ così che possiate prendere nota e visitarla, magari, durante uno di questi.

Il TODI FESTIVAL, che si svolge tra agosto e settembre, comprende incontri letterari, musica, teatro, danza etc.. Tra il giovedì santo e Pasqua invece c’è la RASSEGNA ANTIQUARIA d’Italia , mostra d’antiquariato molto importante a livello mondiale oltre al solito mercato in piazza del Popolo ogni seconda domenica del mese.

Nella seconda settimana di luglio abbiamo il RADUNO INTERNAZIONALE DI MONGOLFIERE, l’8 settembre la festa tradizionale di Todi ovvero la FESTA di SANTA MARIA della CONSOLAZIONE e l’11 novembre c’è la FIERA DI SAN MARTINO con bancarelle in ogni angolo del paese.

Il mio giro è stato breve per colpa dell’eccessivo caldo di quei giorni ma piacevole scoprendo un altro paese italiano così antico, affascinante e ricco di storia. Ci tornerei volentieri durante i mercati o magari per il raduno di mongolfiere! 😀 Per i consigli culinari nell’Umbria, vi rimando all’articolo a loro dedicati cliccando qui ^_^

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...