Venezia – Sestiere di S.Polo

Venezia è un concentrato di arte e luoghi d’interesse nel minimo spazio. Ne uscirebbe un articolo lunghissimo, quindi ho deciso di dedicarne uno ad ogni Sestiere. Dopo aver parlato di Cannaregio, di S.Marco e di Dorsoduro, proseguo il racconto con S.Polo.

_MG_8549

 

_MG_8548

Il sestiere prende il nome dalla chiesa di San Paolo Apostolo ed il campo omonimo, uno dei più grandi dopo piazza San Marco, ma è il sestiere più piccolo di tutti.

Nonostante la sua dimensione, racchiude delle bellezze che vale la pena visitare. Una di queste è la Chiesa di Santa Maria Gloriosa dei Frari. E’ la più grande chiesa di Venezia, lunga più di 100 metri ed alta 28, in stile gotico veneziano. All’interno non si possono fare foto. Questo  di solito non mi ferma e le faccio comunque cercando di non farmi vedere, stavolta però sono rimasta così incuriosita ed affascinata da dimenticarmene. Al suo interno ci sono 17 altari ed alcuni quadri del Tiziano oltre alla sua tomba. Quello che ho preferito però è il monumento funebre del Canova, realizzato da sei dei suoi allievi. La sua grandezza e la quantità di cose al suo interno mi ha lasciata soddisfatta, vedendola dall’esterno mi aspettavo molto e non mi ha delusa per niente. ( La visita costa 3,00 ed è aperto dalle 9.00 alle 18.00).

_MG_8241(Basilica dei Frari dal retro)

Accanto ai Frari, troviamo la Chiesa di San Rocco molto diversa dall’altra per via dei continui restauri e delle continue modifiche apportate nel tempo. Al suo interno ci sono alcuni lavori del Tintoretto e non mi pare di aver pagato nulla per poterla visitare.

_MG_8547(Chiesa di San Rocco)

Il Campo di San Polo è il più grande dopo la piazza di San Marco. All’inizio, quest’ampio spazio, era usato per le coltivazioni ma dopo la pavimentazione e l’installazione del pozzo divenne punto di ritrovo per mercanti più piccoli e poveri; quelli più grandi e provenienti da tutto il mondo si potevano torvare nella zona di Rialto, dove si trova il famoso ponte che collega questo sestiere a quello di S.Marco. Il campo di San Polo divenne anche luogo di ritrovo per feste e giochi pubblici ai quali misero fine poco dopo, per via della troppa folla che frequentava il campo. Attualmente l’ho trovato frequentatissimo, soprattutto dai bambini che giocavano a palla, il divieto non si è esteso così lontano nel tempo o forse si, ed i bambini lo stavano semplicemente ignorando 😀 Sicuramente è meno affollato e chiassoso di Rialto ma semplicemente perchè quest’ultimo è una delle attrazioni preferite dai turisti che spesso neanche conoscono questi luoghi di cui si parla meno ma, a parer mio, più interessanti.

_MG_8247(Campo San Polo)

Il sestiere di San Polo è visibile anche dal canal grande grazie ai vaporetti che fanno il giro, soprattutto quelli turistici che vanno lentamente e permettono di guardare i palazzi dall’acqua e godere dell’architettura di Venezia. (Linee 1,2). Chi mi conosce saprà che preferisco godermela a piedi e, S.Polo, permette di essere scoperto passeggiando tra le calle ed i sottopassaggi con facilità e piacere; si ncontra solo qualche turista verso Rialto ma, cartina alla mano, possiamo evitare di passare di li e perderci tra le sue bellezze nascoste ed assaggiare i suoi prodotti nei tanti Bacari che questo sestiere propone.

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...