Umbria: Norcia e Castelluccio

Finalmente sono riuscita ad andare a Norcia e Castelluccio! Volevo farci un salto da tempo e qualche settimana fa sono riuscita nell’intento insieme ad un’amica che ringrazio ancora per la compagnia 😀

_MG_9087(Piazza di Norcia: Palazzo Comunale, Basilica, Statua di S.Benedetto ed il Portico delle misure)

Norcia, in provincia di Perugia, si trova nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini ed è immersa quindi nel verde. Pare che i ritrovamenti storici posizionino la nascita di Norcia nel neolitico, ma è passata sicuramente sotto il regno dei Romani e più tardi di Goti, Longobardi, Saraceni. Saranno i Franchi ad occuparla per un periodo e, proprio sotto di loro, nasce l’allevamento del maiale. La sua carne verrà lavorata e venduta alle cittadine vicine diventando materiale di sostentamento per la sua ripresa.

La struttura della città però è di stampo ottocentesco per via dei continui terremoti che la colpirono devastandone l’aspetto; ecco perchè fu impedito di costruire edifici che si innalzassero oltre il terzo piano. Nel 1800 anche l’argicoltura subisce una forte perdita portando gli abitanti a migrare in altri paesi. Questo triste episodio però aiuterà la nascita di una figura che si diffonderà fino a Roma: la Norcineria; conosciuta ancora oggi.

La città ne è piena, se ne trovano in ogni angolo, spesso anche a pochi metri tra di loro. Parecchi sono in piazza, accanto alla Basilica di San Benedetto (la sua statua è al centro della piazza) che è la struttura originale del dodicesimo secolo. Accanto alla Basilica c’è lo stupendo Portico delle Misure, un mercato dei cereali al coperto del 1500 circa. I monumenti d’interesse sono quasi tutti nella piazza, infatti troviamo anche il Palazzo Comunale ristrutturato nel diciannovesimo secolo, la Castellina che era sede fortificata  pontificia ma che attualmente ospita delle mostre al suo interno.

_MG_9132

_MG_9168Norcia è graziosa e tranquilla, visitabile in un giorno, calcolando che sicuramente ci si ferma a comprare qualcosa del posto. Io mi sono fermata due notti per poter vedere anche Castelluccio e la sua famosa fioritura. Ogni anno, tra giugno e luglio, si può assistere allo spettacolo della natura. L’Altopiano di Castelluccio si colora di tantissime specie floreali che sbocciano contemporaneamente. Il miglior modo di goderselo, a parer mio, è salire sul centro abitato di Castelluccio e seguire uno dei percorsi a piedi che porta sempre più in alto, da li si ha una visione completa ed estesa, a perdita d’occhio. Quest’anno purtroppo la fioritura era in ritardo e solo pochi fiori erano sbocciati; nonostante ciò ho trovato stupenda la zona, il suo clima fresco, i suoi colori, le sue forme e le persone incontrate.

_MG_9160

A Castelluccio ho assaggiato qualche legume della zona, visto le immense coltivazioni nella regione. La lenticchia è la più famosa ma mi sono buttata sul farro, uno dei _MG_9185miei cereali preferiti, ordinando qualche piatto particolare come il farro all’ortica che devo assolutamente rifare! Ho già avvertito papà di non estirpare l’ortica dall’orto 😉 Vi consiglio l’osteria “Lu Soccio” visto che mi sono trovata bene. A Norcia invece ho provato i salumi ovviamente, tra due fette di pane sciapo per sentirne meglio il sapore. Fatevi consigliare da chi vi sta servendo o scegliete quello che vi piace di più tra gli assaggi fatti, ci sarà sicuramente qualcuno che vi inviterà a provare una fetta di prosciutto di Norcia o di cinghiale. Si può dire qualcosiasi cosa ma non che non siano  ospitali 😀

 

Se volete dormire a Norcia mi sento di consigliare il B&B dove sono stata io: Walking House. E’ un appartamento con 7 posti letto, in centro città e la signora Ernesta, che la gestisce, è adorabile!

Prossimamente vi parlerò di altri luoghi visitati in Umbira, come Spello, Bevagna, Preci e Todi.

 

Annunci

8 commenti

      • Anche io ci sono andato un paio di anni fa, poco dopo il massimo della fioritura, ed era incantevole. Poi l’Italia fatta con quella macchia verde di alberi è strepitosa.

  1. Sono stata a Castelluccio qualche giorno dopo di te e iniziava a esserci qualche fiore. In ogni caso vale sempre la pena di visitare questa vallata incantata. L’anno prossimo ritento la fortuna 🙂

    • Si, la valle è stupenda anche senza fiori! Soprattutto Castelluccio ed i suoi vari percorsi, li ho aprezzati tantissimo! Se tornerai l’anno prossimo chiama la proloco così ti fai dire a che punto è la fioritura 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...