Guida rapida per un giorno a Bruges

Bruges o Brugge, in Belgio, è una piccola città medievale, rimasta intatta in tutto il suo splendore, fa parte dell’Unesco, nei beni Patrimonio dell’Umanità. Nonostante si riesca a girarla in poco tempo ha tanto da dire, quindi farò una guida rapida alla città, per poi approfondire tutto più avanti.

_MG_7050

Partiamo dalle cose tecniche, se arrivate da Bruxelles, prendete il bus, non perchè i treni facciano schifo ma ci sono parecchi cambi da fare dall’aeroporto, quindi io ho usato Flibco che andava diretto. Se lo acquistate parecchio tempo prima trovate anche tratte a 5 euro.

Io arrivavo da Gent (ne ho parlato qui) , quindi ho usato il treno per un breve tratto, pagando anche meno perchè facevo andata e ritorno in giornata, specificatelo così che possano applicarvi l’offerta. Dalla stazione, seguite le indicazioni ed in breve tempo arriverete al Minnewater, il lago dell’amore. (Più informazioni, cliccando qui .) Da lì potete proseguire in due direzioni, o vi inoltrate nell’omonimo parco o potete dirigervi verso il Begijnhof, il Beghinaggio, fondato nel 1245 ora ospita le monache benedettine, nelle loro casette bianche immerse nel verde, questo aspetto lo rende anche uno dei più celebri.

_MG_7042

Camminado verso nord potrete trovare il Sint janshospitaal, l’ospedale di San Giovanni , uno dei più antichi in Europa che serviva anche come alloggio per i viandanti, è rimasto in funzione fino al 1978 quando è stato sostitutito da un altro complesso più moderno. Oggi è sede di esposizioni d’arte riguardanti la vita dei malati,dei medici e dei loro interventi chirurgici. Di fronte c’è la chiesa gotica di Nostra Signora (Onze Lieve Vrouwkerk). La sua costruzione si estende dal 1210 al 1549, ogni parte venne eretta in vari momenti della storia.

_MG_7057

A questo punto ascoltate il vociare che si è fatto più vicino, da questa posizione riuscite sicuramente a vedere il belfort, quindi seguitelo e arriverete al Markt, la piazza del mercato che ospita l’Hallen, il Palazzo del mercato ed il suo Belfort.

_MG_7076

Il Markt è occupata quasi interamente da cafè e ristoranti, al centro c’è il monumento ad opera di P.Devigne che ricorda la rivolta contro i francesi del 1302. E’ il centro della città, non per la sua pozione ma per l’affolamento di persone e turisti; dopo essere passati per gli stretti vicoli precedenti vi sembrerà strano uno spazio così grande e frequentato.  A sud della piazza c’è il palazzo del mercato, che sostiene il Belfort, patrimonio dell’unesco, il più bello di tutto il Belgio, dove potete salire e gustarvi Bruges dall’alto. Potete anche godervi il concerto dato dalle sue 47 campane. In una delle vie laterali del Markt, ho pranzato a poco prezzo, precisamente da “Soup” in Hallestraat.

_MG_7092

_MG_7085Accanto al Markt troverete un’altra stupenda piazza, il Burg. Se ci arrivate passando per Breidelstraat, fermatevi da Chez Albert, per assaggiare i famosi Gouffre (ne parlo qui). La piazza ha questo nome perchè venne fatta costruire dal conte Baldovino I, per proteggere la città dai Vichinghi. In questa piazza si trova il palazzo di Giustizia che oggi ospita un museo; l’antica Cancelleria del Franc che oggi ospita gli uffici giudiziari; il Vecchio Municipio, in stile gotico è il più vecchio del Belgio; la Basilica del SS. Sangue composta da due chiese, sopra la basilica vera e propria sovrasta quella romantica.

_MG_7083

Nonostante la giornata fosse grigia ed a tratti abbia piovuto i turisti erano comunque in giro ed erano in molti, ma allontanandomi dal “centro” ho notato veramente poche persone in giro, sopratutto spingendomi verso la Spiegelrei, la Riva degli Specchi. Due vie che partono dalla piccola piazza Woensdag, alle sue spalle il convento delle Suore Domenicane; che abbracciano uno dei tanti canali di Bruges. Proseguendo verso nord, da questa via incontrerete Potterierei, la Riva dei vasai, una delle parti più interessanti della zona periferica della città.

_MG_7109

Da qui, dopo essermi fermata a bere un po’ di birra per riprendere le energie…no non è vero, volevo solo bere birra da quando ero arrivata 😀 …Comunque, da qui ho camminato verso l’esterno della città per vedere i mulini a vento, fino ad arrivare alla Kruispoort, la porta di S. Croce, una delle quattro porte medievali superstiti che si trovano sulle mura esterne della città.

Bruges si gira in una giornata ma se volete godervi ogni scorcio, ogni angolo, ogni cafè o semplicemente sedervi su una panchina e goderne la pace allora dedicatele più tempo.

_MG_7072

  • Qualche Informazione e Curiosità:
  • Potete visitare anche il Museo della Birra ed il Museo della Patata
  • C’è anche il Museo della cioccolata, il choco-story
  • Si può visitare Bruges attraverso i suoi canali, salendo su uno dei battelli
  • Bruges è il set di un film intitolato “In Bruges” con Colin Farrell, Ralph Fiennes e Brendan Gleeson.
  • Essendo molto turistica non avrete problemi con le lingue, parlano benissimo anche l’inglese.
  • Se comprate la Brugge City Card valida 48 o 72 ore, potrete visitare gratuitamente tutti i musei e salire su un battello.
Annunci

4 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...