Un giro a Civita di Bagnoregio

Era da tempo che volevo andarci e finalmente, dopo un sabato mattina un po’ frenetico, mi sono avventurata. Molte persone che conosco l’avevano visitata dicendomi che meritava ed ho colto l’occasione visto il sabato pomeriggio libero dagli impegni.

Dopo 130 km circa da casa mia, sono arrivata nella città di Bagnoregio, in provincia di Viterbo. Dopo aver parcheggiato l’auto lì non sapendo che si può arrivare oltre con il proprio mezzo, sono andata alla ricerca del famoso ponte, quello che vedevo in fotografia. Seguendo la segnaletica e chiedendo in giro mi trovo di fronte questo spettacolo:

_MG_4151Scatto foto a raffica anche per perdere tempo e recuperare fiato da impegnare nell’atroce salita. Appena arrivo al ponte scopro che si può parcheggiare anche li (che culo eh!?) ma ormai ci sono, quindi mi asciugo il sudore dalla fronte e faccio il biglietto di 1,50 € per entrare nella città vecchia, Civita di Bagnoregio, appunto.

_MG_4226 - Copia

Il ponte ti toglie il respiro, sia per l’altezza che per la ripidità, non potevate farlo più dolce? Comunque arrivo sana e salva all’entrata dove sono state fatte delle panche strategiche per chi vuole e deve recuperare le forze.

_MG_4220 _MG_4218

La città ha circa 2500 anni, è stata costruita dagli etruschi e poi è passata sotto le mani dei romani. Entrambi cercavano di convogliare l’acqua sottostante per evitare le frane. Purtroppo la terra sottostante è argillosa, quindi molto instabile e, seguita da uno strato lavico e di tufo. Dopo essere stata nelle mani dei romani, venne abbandonata e trascurata così nel 65′ il ponte naturale è stato sostituito con quello attuale, in cemento, percorribile solo a piedi o da cicli i motocicli. Purtroppo le frane ci sono tutt’ora visto la geologia del terreno, ma cercano in ogni modo di evitarle.

_MG_4185Ci risiedono solo 12 abitanti e, aggiungo io, credo siano i proprietari di locande, bar e ristoranti che si trovano ogni 3 metri. Oltre ai piccoli negozi di souvenirs.

_MG_4175

Dalla città si gode di una vista sulla tuscia, spettacolare.

_MG_4211Ho acquistato una fotografia in bianco e nero della vecchia città e l’ho trovata anche su google:

asino

Annunci

5 commenti

  1. Bellissime foto, a me però il posto non è piaciuto tantissimo. Mi è sembrato troppo finto, troppo sfruttato. E’ un paese che muore, ma ogni tre metri c’è un bar o un ristorante. Mi sa che non muore poi così tanto… Sarà che sono stato da poco a Craco, in Basilicata, quello sì che è un paese che muore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...