Una giornata a Versailles

Raggiungibile via treno da Parigi, la reggia di Versailles, vi ruberà almeno una giornata.

Gratuita fino ai 26 anni d’età, si può visitare la reggia, fatta costruire da Luigi XIII e poi fatta ampliare da suo figlio Luigi XIV;  i suoi giardini ed i castelli (più piccoli) Trianon di Maria Antonietta.

Grazie all’audio guida potrete scoprire molto sulla costruzione della reggia, dei suoi cambiamenti nell’arco della storia ed i pettegolezzi di corte. Una volta visitate tutte le stanze da ballo, da letto, da cerimonia…ci si può addentrare nei giardini, anche se a parer mio, chiamarli giardini è riduttivo.

Io li tenevo già d’occhio dall’interno, dalle grandi e luminose finestre cercavo di scorgere le immense fontane e cercavo di capire quanto fossero grandi. Finchè non ho potuto metterci piede….

Con la mappa alla mano, o ci si può servire dei mezzi messi a disposizione, ci si addentra e ci si perde in questi labirinti.

In alta stagione le fontane sono accese e si può assistere ai giochi d’acqua.

Camminando attraverso la boscaglia ed i prati, si arriva alle altre residenze dei reali, ma più di Maria Antonietta; le sue “residenze estive”.

Chi è che nella propria residenza di ettari su ettari non ha anche la casa delle vacanze? Beh ma qui parliamo della donna che voleva far mangiare croissant ad una massa di cittadini incazzati neri e famelici; sappiamo bene poi che fine ha fatto 😉 Comunque, tornando a parlare della residenza, devo dire che ho cercato di immedesimarmi in loro mentre visitavo le stanze dell’edificio e…immaginavo giornate lunghe e noiose passate a cercare qualcosa da fare in quelle stanze dai soffitti alti e dal marmo gelido.

Ecco il perchè di tanti scandali e intrighi di corte 😉

Dopo aver visitato il Grand Trianon ed il Petit Trianon, ci si può dedicare a quello che può essere definito “giranzolare senza meta”. Basta seguire i sentieri già esistenti o creati da altri visitatori per perdersi in questi giardini adorabili. Probabilmente sono di parte perchè adoro la natura, ma è stata la parte che mi è piaciuta di più.

Il clima è stato molto clemente con noi, nonostante fosse febbraio e, tra una foto e l’altra ci siamo ritrovati anche a fare amicizia con due abitanti del posto 😛

Visto che Maria Antonietta non si faceva mancare nulla, ha voluto anche un piccolo (per modo di dire) villaggio all’inglese nelle sue proprietà, che ammetto, è davvero stupendo.

Dopo una giornata così appagante bisogna poi mettere le gambe in spalla e fare il percorso al contrario ma, avere i piedi distrutti, alla fine ripaga sempre.

Un grazie particolare va alle mie compagne di viaggio che si sono subite i miei lamenti per i piedi doloranti e perchè, proprio sul più bello, la batteria della fotocamera mi ha abbandonata XD

Se volete qui c’è un tour di Parigi in 3 giorni che comprende, appunto, anche Versailles.

Annunci

5 commenti

    • Grazie!! Si in effetti è abbastanza stancante girare tutto quel territorio..Io sono arrivata presto e sono andata via che stava quasi tramontando..mi rendo conto. Una scusa per tornarci…no?? 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...